Ocse: Nell’Italia del dopo pandemia aumenta il cuneo fiscale, diminuiscono i salari

Autore/i: 
Giugno 2022

Riprende quota il prelievo di imposte e contributi sui salari in Italia, dopo la contrazione dell’economia causata dalla pandemia e un trend in leggera discesa che aveva caratterizzato l’ultimo ventennio. Sono questi i risultati che emergono dal Rapporto annuale 2022 condotto dall’Ocse sulla tassazione dei salari applicata nei paesi membri.

Nella maggior parte dei paesi dell’area Ocse I cunei fiscali sono in media diminuiti nel 2020, in virtù di una serie di politiche di sostegno implementate in risposta alla diffusione del Covid-19. Il prelievo è poi rimbalzato nell’anno successivo quando queste misure sono state ritirate o ridotte e i salari medi sono aumentati in 36 paesi su 38, esclusa però l’Italia. Gli aumenti del prelievo nel 2021 in genere hanno più che compensato i forti cali registrati nel 2020 e il cuneo fiscale è rimbalzato a livelli più elevati rispetto al 2019, prima della pandemia. Mentre un certo numero di paesi hanno approfittato per varare riforme significative della tassazione sul lavoro.

Il cuneo fiscale, l'indicatore principale presentato nel Rapporto, misura la differenza tra il costo a carico del datore di lavoro e la corrispondente retribuzione netta ricevuta dal dipendente. L’indicatore è stato calcolato in proporzione al costo totale del lavoro, come la somma dell'imposta sul reddito delle persone fisiche e dei contributi previdenziali totali pagati da dipendenti e imprese, meno i benefici in denaro ricevuti a ristoro della crisi pandemica.

L'evoluzione del cuneo fiscale medio nei paesi Ocse tra il 2000 e il 2021 ha comportato che diciannove paesi hanno avuto una riduzione di oltre 5 punti percentuali per almeno una tipologia di famiglia delle otto censite: Australia, Belgio, Canada, Cile, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Israele, Irlanda, Lituania, Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Polonia, Svezia e Stati Uniti.

 

Riduzioni di oltre 10 punti percentuali del cuneo fiscale per almeno un tipo di nucleo familiare sono state osservate anche in Francia, Grecia, Ungheria, Nuova Zelanda e Stati Uniti.

 

Tra il 2000 e il 2021 il cuneo fiscale è diminuito per tutti i tipi di famiglie in quattordici paesi aderenti all’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo (Australia, Belgio, Canada, Danimarca, Finlandia, Germania, Grecia, Ungheria, Lituania, Paesi Bassi, Polonia, Svezia, Svizzera e Stati Uniti), mentre è aumentato in tutti i tipi di famiglie in cinque paesi (Costa Rica, Giappone, Corea, Lussemburgo e Messico).

 

In Italia tra il 2000 e il 2021 il prelievo per un single è sceso dal 47,1 al 46,5; per un genitore single con 2 figli dal 29,5% al 26,4%, per una coppia con due redditi e 2 figli a carico dal 45,9 al 44%. La pressione su una famiglia monoreddito sempre con due figli è scesa dal 39,3 al 37,9%.

La tendenza si è invertita nel 2021. In percentuale sul costo del lavoro il cuneo per un genitore single con 2 figli percettore di un salario al 67% della media, è aumentato dal 24,8%, registrato nel 2020, al 26,4% del 2021. Per la stessa tipologia famigliare la percentuale di prelievo nel ’21 è stata del 20% in Francia, del 28% in Germania e del 24,4% in Spagna. La media calcolata dall’Ocse del cuneo fiscale per questa tipologia nei 22 paesi Ue  è del 19,6%.

Carichi sensibilmente più pesanti per una coppia di coniugi monoreddito con 2 figli e il 100% del salario medio. Il prelievo in Italia è passato dal 37,4% dello stipendio nel 2020 al 37,9 del 2021. Era al 39% nel 2019. La tassazione sulla stessa tipologia di contribuenti nel 2021 ha toccato in Francia il 39%, il 33,8% in Spagna e il 32,7 in Germania.

La media Ocse Ue-22 per questa tipologia è stata del 29,9%.

Ultimo esempio una coppia sposata con due figli, con redditi rispettivamente al 100% e al 67% del salario medio. Il carico fiscale complessivo si è incrementato dal 40,6% del 2020 al 40,9% nel 2021. Nel 2019 il cuneo era arrivato al 41,7 % del costo del lavoro. Nel 2000 era al 44,2.

Area Tematica: 

Leave a comment

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare se sei un visitatore umano.
6 + 13 =
Risolvi questo semplice problema matematico e inserisci il risultato. Esempio: per 1 + 3 inserisci 4.